Vis. da 1 a 2 di 2 (1 Pagine)
rating

SALE MARINO MEDIO ALIMENTARE LAVATO ED ESSICCATO PRODOTTO IGROSCOPICO CONSERVARE IN LUOGO ASCIUTTO. CONFEZIONE DA 25KG..

10,00€

Imponibile: 8,20€

rating

Sale iper puro in pastiglie per tutti i tipi di addolcitori con totale assenza di sostanze insolubili; la pastiglia e' interamente atti..

14,90€

Imponibile: 12,21€

Vis. da 1 a 2 di 2 (1 Pagine)

COME TRATTARE LA PISCINA CON ACQUA SALATA
IL SALE: Occorre una quantità minima si 4 gr/l e massima di 9 gr/l, dunque occorre un minimo di 4 kg di sale ogni mc d'acqua. Ad esempio una piscina di 100 mc necessita almeno, al primo avviamento, di 400 kg di sale. Dopodiché il sale andrà aggiunto in quantitativi minimi, solamente per recuperare quanto viene perso con i controlavaggi. L'evaporazione dell'acqua non comporta perdita di sale. Per conoscere la concentrazione di sale in piscina ci si può affidare ad un tester di salinità oppure al cloratore a sale automatico che segnala difetto o eccesso di sale.
IL PH: Perchè il sale svolga correttamente la propria funzione producendo cloro, tramite il clorinatore a sale, è necessario che il PH si trovi sempre al corretto livello. Il Ph deve sempre essere tra il 7.2 ed il 7.4, per regolarlo bisogna affidarsi agli appositi prodotti regolatori, PH PLUS e PH MINUS.
ANTIALGHE: non utilizzare in caso di piscina trattata con il sale! Essendo a base di rame può, a lungo andare, danneggiare gli elettroidi.
FLOCCULANTE: utilizzarlo per donare all'acqua maggiore trasparenza e cristallinità.
CLORO: Se il clorinatore non è sottodimensionato rispetto alla piscina non sarà necessaria l'aggiunta di cloro.
TEMPERATURA DELL'ACQUA: Più è alta la temperatura dell'acqua, più velocemente avviene la produzione di cloro dal sale. Al di sotto dei 15°C è inutile tenere acceso l’elettrolizzatore in quanto la crescita di alghe e batteri è ridotta o azzerata del tutto. Al di sopra invece è necessario far funzionare l'elettrolizzatore in quanto con temperature alte batteri, funghi e alghe si riproducono velocemente.

L’elettrolisi è il processo attraverso cui la piscina ad acqua salata si mantiene disinfettata. Infatti, grazie a tale processo, il sale si separa dal sodio e dal cloro che insieme fanno sì che si formi l’ipoclorito di sodio. Questo elemento ha la capacità di svolgere un’azione disinfettante prima di ritrasformarsi in sale. In questo modo, il consumo del sale si rivela veramente esiguo e l’acqua della piscina salata rimane pulita.